Intervista a Giuseppe Guzzo

0
1032

Lavorare nel mondo del food marketing può risultare difficoltoso se non si seguono alcune best practices, piattaforme come Instagram e IGTV hanno modi differenti di comunicare, ma entrambe possono essere fondamentali per raggiungere il nostro scopo.

Prima di cominciare lascia che ti spieghi chi sono, dammi solo 4 secondi.

Mi chiamo Anthony Bella e mi occupo di food marketing dal 2016, aiuto le pizzerie a promuoversi, aumentare clienti e fatturato. Dopo il mio Master in comunicazione e marketing ottenuto a Padova mi sono specializzato sempre più sulla mia grande passione: il cibo!

Anche io ho avuto in passato un mio ristorante - pizzeria, mi ha insegnato molto su come funzionano le cose in questo mondo ma sopratutto ho acquisito le tecniche e le competenze per far fare il pienone ai miei clienti proprietari di pizzerie.

Ma passiamo avanti, questo potrebbe interessarti:

Ho creato un gruppo Facebook per imparare a promuovere la tua pizzeria!

Cosa bisogna fare per iscriversi?

È tutto molto semplice. Clicca qui per richiedere l'iscrizione immediata.

All'interno del nostro gruppo chiamato Marketing per pizzerie scoprirai contenuti per promuovere la tua pizzeria, guide, strategie e consigli di marketing. Inoltre avrai accesso ai migliori articoli da dove imparare tutte le tecniche segrete di promozione e la possibilità di interagire con la community per scambiare idee ed opinioni. 

Cosa aspetti? Iscriviti subito!. Clicca qui per richiedere l'iscrizione immediata.

Ok ora possiamo partire con l'articolo 😉

Le strategie da seguire per promuovere il vostro ristorante, pizzeria o fast food sono diverse, ognuna con diversi step da seguire, ecco perchè oggi, tramite questa intervista ad un collega, vogliamo darvi alcuni suggerimenti per pubblicizzare al meglio la vostra attività.

L’abstract di food marketing:”Marketing per ristoratori incalliti” di Giuseppe Guzzo è leggibile gratuitamente qui: leggi l’abstract.

Mrktgram team: oggi siamo con Giuseppe Guzzo per parlare di food marketing, in particolare di Instagram. Ciao Giuseppe, puoi dirci qualcosa in più su di te?

Giuseppe: ciao! Sono Giuseppe Guzzo e vengo da un piccolo paese in provincia di Salerno, Alfano. Dopo un’esperienza Londinese durata un paio di anni, che mi ha permesso di avvicinarmi nel mondo del marketing, soprattutto nel food marketing.
Adesso mi occupo di Marketing online e offline per ristoranti. Da 2 anni gestisco strutture sia in Italia che in USA.

Mrktgram team: Giuseppe, grazie per accettato questa intervista, alcuni dei nostri lettori sono ancora al mare ma molti imprenditori oggi sono dietro al bancone ad iniziare una nuova giornata lavorativa. Proviamo a dare loro qualche spunto e consiglio sul food marketing che ne dici?

Giuseppe: onorato della vostra richiesta, sarò felice di dare nuovi spunti e tanti consigli.

Ti potrebbe interessare: aumentare l’engagement su Instagram per ristoranti e pizzerie.

Mrktgram team: cominciamo con Instagram, sembra aver mandanto in pensione Facebook oppure è solo questione di punti di vista? Le Instagram stories come hanno messo in crisi i “meme” di Facebook?

Giuseppe: diciamo che ormai Facebook è per “pensionati” infatti il target d’età su Facebook si è alzato. Ormai dai 40 in su fanno un uso massiccio di Facebook invece dai 18 ai 40 sono praticamente ossessionati da Instagram e dallo scrollare stories.

Mrktgram team: come consideri le Instagram Stories ed in generale i contenuti temporanei, cioè che scompaiono dopo 24 ore? Possono dare originalità ai contenuti di un’attività nel food?

Giuseppe: certo! Le Instagram stories ti danno la possibilità di raccontare e di mostrare piatti e specialità. Inoltre è uno strumento utile per conoscere chi c’è dietro al ristorante, inizi a dargli una voce e un’identità ben definita. Per lo più si può usare le stories per “amici stretti” strategicamente.
Vi regalo una strategia che potrebbe tornare utile che è quella di creare una storia in cui dite di aggiungere nella lista “amici stretti” chi risponderà a quest’ultima. Dopodichè potrai creare contenuti e offerte SOLO per quella lista. Offrire quindi un posto in prima fila a chi ama già il tuo ristorante.

Mrktgram team: IGTV (Instagram TV) sembra essere in una fase di stallo, come potrebbero sfruttarla ristoranti, pizzerie e fast food per attirare clienti?

Giuseppe: penso che nei prossimi anni sarà un nuovo trend, ci sarà un picco di video in verticale, in quanto il mondo e soprattutto l’Italia usa ormai per l’85% del tempo o anche più, lo smartphone.

Ti potrebbe interessare: rilanciare un ristorante in crisi.

Mrktgram team: parliamo di social branding, quali sono secondo te i punti fondamentali per un profilo Instagram ben ottimizzato? Bio? Storie in evidenza? Ovviamente basandosi sulle imprese del food.

Giuseppe: branding è un parolone, ma senza branding è inutile parlare di Instagram, Facebook ecc… .
Bisogna trovare un posizionamento nella mente delle persone, che sarà studiato in base a ciò che ti differenzia dai competitor. Alla domanda: “perché devo scegliere il tuo ristorante e non quello a fianco?”
Molte volte incontro gli occhi sbarrati dell’imprenditore e cadendo nella solita trappola della qualità e della cortesia. Non è così che funziona.
Dopo aver capito ciò, si studia una bio che racchiuda il tuo posizionamento e le stories in evidenza le uso come un piccolo portale media dove trovi i video e le foto di determinati piatti categorie che troverà il cliente una volta entrato.
Una storia in evidenza, usatela per le social proof, inserite all’interno cosa i clienti dicono di voi!

Mrktgram team: parliamo di Facebook & Instagram ads, quanto occorre spendere agli inizi per una nuova attività secondo te?

Giuseppe: dipende anche dalla zona…10€ a Milano ci fai ben poco per esempio. Ma di base 200/300€.

Mrktgram team: una pagina Facebook può supportare il profilo Instagram? Magari con focus su argomenti dedicati. Cosa ne pensi?

Giuseppe: sì, usiamo le piattaforme in modo diverso e possiamo sfruttare algoritmi e esperienza utente a nostro vantaggio su entrambe le piattaforme, per arrivare al maggior numero di persone.

Ti potrebbe interessare: pubblicità per pizzeria.

Mrktgram team: i microinfluencer si stanno ritagliando uno spazio importante, sostituiranno gli influencer per le piccole/medio imprese?

Giuseppe: ho testato microinfluencer a livello local e direi che ho avuto dei buoni risultati, maggiori rispetto a influencer con maggior numero di “followers”. Quindi sì, a meno che tu sia un personaggio autorevole non solo su Instagram, in quel caso il discorso è diverso.

Mrktgram team: strategia per acquisire clienti su Instagram. Hai qualche consiglio o guida da consigliare ai nostri lettori? Sia chiaro senza bot o automatismi 🙂

Giuseppe: interagite, interagite e interagite. Il bello di Instagram che puoi trovare utenti facilmente in base alla geolocalizzazione. Vai sulla tua località o località vicine e interagisci.
Concentrati anche alla produzione di contenuti coerenti con tutto il tuo marketing. I contenuti che posti su Instagram saranno la tua vetrina, quindi impegnati a creare dei buoni contenuti.
Di Instagram ne parlerò nel prossimo libro “Instagram Marketing per Ristoratori Incalliti”, dove inserirò passo-passo il metodo che io uso per trovare nuovi clienti su Instagram.

Mrktgram team: passiamo ad una domanda a risposta aperta: hai l’incarico di avviare il social marketing di un nuovo ristorante nelle vicinanze del Lago di Garda. Come partiresti per Instagram? Instagram stories in evidenza? Piano editoriale? Sito web? Esponiti.

Giuseppe: identifico l’indentità e posizionamento del ristorante. Studio e creazione dei contenuti che mi permettano di postare almeno 2/3 volte al giorno. Stories in evidenza che danno spazio alla location (magari vista sul lago), recensioni, piatti e vini.
Giocherei sul trendy e sulla bellezza di mangiare nelle vicinanze del lago, foto di coppia al tramonto vicino al lago, video esperienziali all’aperto così da far immedesimare l’utente. Il profilo @coppaclub rende l’idea di come imposterei il profilo Instagram.

Mrktgram team: grazie Giuseppe per essere stata con noi oggi, siamo sicuri che i tuoi consigli aiuteranno gli imprenditori del settore food a pubblicizzare al meglio la propria attività e a fare una corretta brand awareness. Alla prossima!

Vi ricordiamo nuovamente che l’abstract di food marketing:”Marketing per ristoratori incalliti” di Giuseppe Guzzo lo trovate in forma gratuita qui: leggi l’abstract.


Ti piacerebbe aumentare gli incassi del tuo locale? Desideri avere più clienti per la tua attività?

Anthony e il suo team di esperti è pronto ad aiutarti con una consulenza gratuita!

Cosa aspetti? Scrivici in chat di cosa hai bisogno.

Contattaci subito: clicca qui

In alternativa scrivi a:
info@mrktgram.it