Come promuovere un ristorante

0
87

Al giorno d’oggi promuovere un’attività, sia essa un ristorante, una pizzera o un bar, può risultare davvero ostico se non si conoscono i giusti strumenti del marketing online. Qui su mrktgram abbiamo spesso parlato di come sia importante l’uso dei social network, delle advertising a pagamento o ancora l’utilizzo di servizi delivery e chatbot. Ma non è finita qui perchè l’immensità del web offre altre piattaforme come Tripadvisor per le recensioni o il blog e le newsletter per la fidelizzazione con lead (potenziali clienti) e clienti già acquisiti.


Cerchi un gruppo Facebook per imparare di più sul food marketing? Scegli mrktgram!
Cosa bisogna fare per iscriversi? È tutto molto semplice: clicca qui.

All'interno del nostro gruppo chiamato Food Connected scoprirai contenuti per il food marketing B2B/B2C, guide, strategie e consigli di marketing per ristoranti, pizzerie e fast food. Inoltre avrai accesso ai migliori profili Instagram da cui prendere spunto e la possibilità di interagire con la community per scambiare idee ed opinioni. Non è tutto! Gli iscritti al gruppo troveranno articoli e contenuti di mrktgram in anteprima! Cosa aspetti? Iscriviti subito! Clicca qui!

Riepilogo risorse

Oggi ci concentreremo prevalentemente sulla creazione di un sito web con blog, tramite il software Local by Flywheel usando WordPress + Astra + Elementor, tutti software gratuiti. Dato che in passato abbiamo trattato più volte l’argomento in diverse salse, facciamo una checklist degli articoli da consultare per promuovere un ristorante, incrementare le vendita di un ristorante ecc…. , ecco qui delle risorse interessanti:

Per chi non avesse voglia di leggersi ogni articolo cercheremo nei prossimi paragrafi di parlare dei punti salienti in modo da concentrarci in un secondo momento sulla creazione di un sito web e accennare a qualche strategia da adottare sui social.

“La pubblicità è la più grande forma d’arte del XX secolo”.

Cit. Marshall McLuhan

Il marketing oggi

In italia oggi abbiamo due tipologie di imprenditori: quelli che si lamentano di non avere clienti passando il tempo a insultare i McDonald’s di turno o gli All You Can Eat dei cinesi e in secondo luogo, banalmente, quelli che reagiscono allo status quo. Sono due approcci molto differenti, nel primo caso abbiamo un imprenditore vecchio stampo, consapevole che il suo orticello è meglio dell’altro e che non si capacita di come non stia sfondando nel suo paesello.

Nel secondo caso abbiamo un imprenditore consapevole della realtà dei tempi e di come per vincere la sfida del mercato occorre crearsi una propria maratona. Spesso per essere primi bisogna essere semplicemente unici.

Un ristorante oggi non può più basarsi su:”cucinare in modo eccellente, vendere prodotti di prima qualità ed essere sempre sorridenti”. Questo ormai è sottinteso, oggi più che altro serve creare un’identità ben precisa del vostro locale (mood, tema) ed essere aggiornati con i servizi di digital delivery, servizi, chatbot ed eventi outdoor (cioè eventi fuori dal vostro locale, esperienze).

Cosa accade inoltre nella nostra economia moderna?

  • I clienti hanno meno soldi da spendere. Attenzione, non è che non ne hanno proprio, abbiamo scritto che ne hanno di meno e scelgono con cura dove spenderli.
  • I locali si sono moltiplicati, chiedi ad un anziano o ad un over 50 quanti locali c’erano quando avevano loro avevano 20 anni e fate un paragone con oggi ciroscrivendo i dati intorno a voi e ai paesi vicino al vostro. Come minimo c’è un 40% di concorrenza in più.
  • I locali che nascono per fare fallire altri, quelli che mettono menù fissi a € 9.99 incluso di antipasto, primo, contorno e bevanda. Ma cosa ci guadagnano?!
  • Internet, il mondo di Tripadvisor (recensioni) e i social network hanno cambiato modo con cui i clienti valutano e si informano prima di andare a consumare un pasto in un ristorante.
  • I controlli e la burocrazia spesso aggiungono difficoltà agli imprenditori nella routine quotidiana di avvio e gestione di un locale.

Capiremo come molti di questi punti, spesso molto comuni tra i ristoratori, possono essere superati tramite la specializzazione in una nicchia e il social media marketing con advertising e contenuti per i clienti tramite il modello freemium.

L’unico modo per non subire la concorrenza è specializzarsi in un settore e approfondirlo in maniera verticale. Hai un ristorante generico? Non va bene! Specializzati in un settore, ad esempio carne alla brace e raccontalo ai tuoi clienti: social, video, foto, stories, blog e ancora logo, menù, biglietti da visita, arredamento interno, espositori e orientatori pubblicitari. Tutto deve essere in tema.

Ecco qualche esempio di locali specializzati e che riescono a raccontarlo tramite Instagram perfettamente:

  • KePalle, fast food specializzato in arancini siciliani.
  • Ristorante Varlese, ristorante specializzato in carne alla brace.
  • Porca Vacca, ristorante-pizzeria con un occhio di riguardo a carne alla brace, hamburger, stuzzicheria salata barbeque.

“La migliore pubblicità è un cliente soddisfatto”.

Cit. Bill Gates

Creare un sito web + blog offline

La creazione di un sito web prevede, tra le altre cose, l’acquisto di un dominio e spazio hosting. In pratica si tratta del nostro terreno dove costruiremo la nostra casa (il sito web), questa operazione è fondamentale, senza uno spazio hosting e un dominio non potremo mettere online il nostro portale.

A tal proposito nel nostro articolo:”come pubblicizzare un ristorante“, al paragrafo:”Come creare un blog gratis (o quasi)” ci sono tutti i passaggi per acquistare correttamente un dominio ed un hosting di qualità per il nostro sito web + tutti i passaggi per installare WordPress (il nostro CMS, ovvero il software, per creare il sito web).

Nel caso di oggi vedremo uno strumento ancora più performante, si chiama Local by Flywheel e consente la creazione di un sito web con WordPress in modalità offline ovvero senza bisogno di avere un hosting e dominio. Questa operazione è utilissima nel caso vorreste prima sbizzarrirvi nel creare un sito web ed imparare ad usare WordPress magari con il framework (componente di lavoro) Elementor, questo vi consentirà di personalizzare e creare facilmente pagina web. Successivamente sarà comunque possibile migrare il sito online facilmente.

Ma non è finita! Per caso non avete tempo e vi andrebbe di avere un catalogo di siti web già pronti ai quali cambiare solo testi e grafica? Il tema Astra fa al caso vostro! Grazie ad Astra in 10 minuti avremo il nostro sito web pronto e dovremmo soltanto preoccuparti di modificare testi e immagini con Elementor (verrà installato in modo automatico da Astra in un secondo momento).

Premesse, note e requisiti

Il software Local by Flywheel è davvero una grande novità, tuttavia è ancora un pò acerbo e può capitare in fase di creazione di un nuovo sito di dare qualche problema, vediamo delle pratiche per far andare tutto al meglio:

  1. Avviate il vostro computer ed immediatamente andate a disattivare l’antivirus, crea conflitti con il software. Tranquilli è un programma super sicuro. Avviate sempre il programma come amministratore (tasto destro su Local–>avvia come amministratore).
  2. Dato che non sempre parte al primo avvio, se avete intezione di creare più siti web, cercate di capire quale tema potrebbe piacervi da qui (selezionate tramite i filtri solo temi compatibili con Elementor) e se il programma si avvia correttamente e vi fa creare il primo sito web senza errori create anche gli altri. Non è necessario completarli fin da subito basta solo crearli ci tornerete in un secondo momento, capita che il programma in fase di creazione di un sito web vada in crash.
  3. Nel caso di errori durante la creazione di un sito web date ok, scaricate e avviate il programma CCleaner e fate una pulizia completa. Riavviate il computer e riprovate ad aprire Local (disattivate sempre l’antivirus e avviatelo come amministratore). Se non dovesse andare neanche questa volta e vi da errore in fase di installazione provate a disinstallarlo, eliminate la cartella:”local site” (di solito si trova su C:/User–>vostro nome utente). Eliminate anche la cartella su C:/programmi x86/local. Quindi reinstallate e riprovate. Se vi chiede un aggiornamento del software quando si avvia dite di no!

In ogni caso nel video vedrete alcune delle problematiche comuni citate sopra, alla fine dovremmo farcela. Partiamo:

Video tutorial parte 1

Dall’icona a forma di ingranaggio potete modificare la velocità del video per farlo andare più veloce. Su smartphone solitamente l’opzione si trova sui tre puntini in alto a destra.

Video tutorial parte 2

Dall’icona a forma di ingranaggio potete modificare la velocità del video per farlo andare più veloce. Su smartphone solitamente l’opzione si trova sui tre puntini in alto a destra.

Video tutorial parte 3

Dall’icona a forma di ingranaggio potete modificare la velocità del video per farlo andare più veloce. Su smartphone solitamente l’opzione si trova sui tre puntini in alto a destra.

Video tutorial parte 4

Dall’icona a forma di ingranaggio potete modificare la velocità del video per farlo andare più veloce. Su smartphone solitamente l’opzione si trova sui tre puntini in alto a destra.

Altri consigli

Installate il Facebook Pixel nel vostro sito per tracciare il comportamento dei vostri utenti. Vi basta avere una pagina Facebook e andare nel gestore inserzioni (ovviamente dovete avere un account pubblicitario attivo), dopodichè individuate la categoria del menù:”Pixel” e generate un nuovo Facebook Pixel. Si tratta di una sfilza di codici, copiateli con CTRL + C selezionandolo.

Adesso andate su WordPress e aggiungete un nuovo plugin, cercate il Facebook Pixel official plugin, volendo potreste anche scaricarlo da qui e importarlo su WordPress manualmente. Una volta installato e attivato il plugin seguite le indicazioni (normalmente basta incollare il codice copiato precedentemente).

Infinte usando il browser Chrome, scaricate il Facebook Pixel Helper per testare il corretto funzionamento del vostro Pixel. Vi basterà andare in una pagina qualsiasi del vostro sito e selezionare questa estensione di Chrome per vedere se viene visualizzato il Pixel.

Sfruttate al massimo anche la scheda Google MyBusiness, se un utente cerca il nome del tuo locale all’interno di Google avrà modo di vedere una scheda sulle informazioni riguardo al tuo ristorante: indicazioni stradali, foto, numeri di telefono, pagine social ecc… . Allo stesso modo assicuratevi offline di avere una bella insegna visibile e se ne avete la possibilità mettete dei cartelli stradali nelle vostre vicinanze, sfruttando magari, quelle zone strategie come incroci, uscita dell’autostrada o bacheche pubbliche. Ricordatevi ovviamente di chiedere le autorizzazioni e il modus operandi al tuo comune.

Importante anche la newsletter, un tempo conosciuta come pubblicità spazzatura, oggi diventata strumento fondamentale per fidelizzare al massimo i clienti e offrire contenuti freschi e originali ai nuovi. Sfrutta software gratuiti come Mailchimp, dai un’occhiata a questo nostro articolo sul fast food marketing per saperne di più(paragrafo:”newsletter marketing”).

“Come aumentare le vendite di un ristorante” o “Frasi per attirare clienti in un ristorante”, queste sono domande che ci vengono spesso poste, come abbiamo già accennato più volte la cosa importante è l’identità e i servizi che offrite al cliente. Aver capito il mindset (mentalità) ideale avrete fatto il 50% del lavoro, tutto gira intorno ai funnel di vendita (percorsi di vendita) dove utilizzerete i social e le advertising a pagamento per attirare clienti nelle vicinanze e successivamente le landing page per convertirli in clienti finali. L’identità quindi diventa fondamentale per far capire ai potenziali clienti chi siete, quali valori e quale mood raccontate. Qui trovate dei case study reali su come hanno fatto successo alcuni locali:

Se non bastasse pensate e diversificare le vendite: creare un e-commerce di prodotti tipici, affittare la vostra location per eventi come presentazione di un libro, dibattiti, lettura o perchè no riservarlo come spazio co-working o affidarlo ad attività terze come palestre o yoga accademy. La diversificazione può avvenire anche sui social, ne parliamo anche su questo articolo per quanto riguarda Instagram.

Social network

L’utilizzo dei social network sicuramente vi sarà di grande aiuto per promuovere il vostro ristorante, pubblicando post inerenti alle pietanze offerte, alle degustazioni, eventi e video ispirazionali attirerete un pubblico pronto a seguirvi e apprezzare il vostro lavoro. Anche in questo caso ecco una carrellata di post, provenienti dalla pagina Facebook di mrktgram (link pagina), con consigli e suggerimenti da mettere subito in pratica:

Non è finita qui! Troverete tantissimi altri focus strategici su come promuovere un ristorante nel nostro gruppo Facebook: Food Connected!

Il più grande gruppo Facebook riguardo al food marketing è Food Connected. Consigli, guide e strategie da applicare a ristoranti, pizzerie e fast food. Seguite i post di Anthony Bella, founder di mrktgram.

Per trovare i post di mrktgram concentrati su come attirare clienti in un ristorante, pizzeria e fast food vi basta cerca nella riga in alto il nome del nostro founder:”Anthony Bella”. Verranno fuori tutti i post di mrktgram!

1. Andiamo su ricerca.
2. Cercate:”Anthony Bella”.
3. Ecco qui l’elenco di tutti i post su come promuovere un ristorante, pizzeria e fast food. Spesso troverete anche guide, focus e suggerimenti sul mondo del marketing, social e pubblicità online e offline.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto tantissimi metodi su come promuovere un ristorante. Chiaramente è un’attività che fa elaborata e programmata con cura se si vogliono ottenere risultati concreti, nello specifico, grazie al tutorial su come creare un sito web ed un blog potrete creare fantastici articoli per stupire la vostra clientela. Quali articoli pubblicare e di cosa parlare? Ricette, interviste allo staff, eventi, vlog delle vostre degustazioni, le vostre esperienze personali, parlare del vostro territorio, momenti ispirazionali ecc… insomma sbizzarritevi!

Voi avete già creato il vostro sito web con blog per promuovere il vostro ristorante? Avete trovato altri metodi più veloci? Fateci sapere nei commenti qui sotto!

ps: vuoi entrare nella miglior community di esperti sul food marketing? Iscriviti nel gruppo Facebook di mrktgram: Food Connected, puoi farlo semplicemente cliccando qui.

Ti aspettano contenuti per il food marketing B2B, guide, strategie e consigli per promuovere ristoranti, pizzerie e fast food! 😉

mrktgram sui social:

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook per trovare approfondimenti e focus esclusivi, clicca qui.

Seguici sul nostro profilo Instagram, ogni giorno consigli e suggerimenti per promuovere ristoranti, pizzerie e fast-food, clicca qui.


mrktgram il tuo social media manager

Grazie all’abbonamento a mrktgram un professionista del marketing prenderà visione della tua attività e ti seguirà passo dopo passo verso il successo. Nell’abbonamento è incluso:

  • Un social media manager a tua disposizione che ti aiuterà nella creazione del piano editoriale, realizzazione di post, stories e advertising a pagamento con relativi funnel di vendita per attirare nuovi clienti ed aumentare gli incassi della tua attività.
  • Abstract mensili, ovverto articoli tratti da veri libri sul food marketing. Una vera e propria libreria dedicata.
  • Approfondimenti, focus e tutorial sul food marketing esclusivi.

Acquista subito il tuo abbonamento