Case study di successo su Instagram

0
2815

Instagram è diventato ormai il social network più virale al mondo, la sua crescita è ogni giorno costante e in rilievo. Molti brand stanno già facendo successo grazie alle potenzialità di questa piattaforma sopratutto nel mondo food.

Occorre, tuttavia, ricorrere alla creatività per colpire veramente gli utenti, aldilà della piattaforma utilizzata, in particolare in questo articolo andremo a vedere alcuni esempi di aziende che hanno incrementato notorietà e clienti unendo le possibilità offerte da Instagram con interessanti trovate di marketing.

Prima di cominciare lascia che ti spieghi chi sono, dammi solo 4 secondi.

Mi chiamo Anthony Bella e mi occupo di food marketing dal 2016, aiuto le pizzerie a promuoversi, aumentare clienti e fatturato. Dopo il mio Master in comunicazione e marketing ottenuto a Padova mi sono specializzato sempre più sulla mia grande passione: il cibo!

Anche io ho avuto in passato un mio ristorante - pizzeria, mi ha insegnato molto su come funzionano le cose in questo mondo ma sopratutto ho acquisito le tecniche e le competenze per far fare il pienone ai miei clienti proprietari di pizzerie.

Ma passiamo avanti, questo potrebbe interessarti:

Ho creato un gruppo Facebook per imparare a promuovere la tua pizzeria!

Cosa bisogna fare per iscriversi?

È tutto molto semplice. Clicca qui per richiedere l'iscrizione immediata.

All'interno del nostro gruppo chiamato Marketing per pizzerie scoprirai contenuti per promuovere la tua pizzeria, guide, strategie e consigli di marketing. Inoltre avrai accesso ai migliori articoli da dove imparare tutte le tecniche segrete di promozione e la possibilità di interagire con la community per scambiare idee ed opinioni. 

Cosa aspetti? Iscriviti subito!. Clicca qui per richiedere l'iscrizione immediata.

Ok ora possiamo partire con l'articolo 😉

Statistiche su Instagram

Innanzitutto, prima di addentrarci nei case study, vorremmo fornire qualche statistica in merito ad Instagram, come ormai noto, è il social network che sta crescendo più di tutti negli ultimi anni.

  1. Su Instagram non ci sono soltano i giovani, dal 2012 in su il tasso di adozione del social network tra gli adulti è in costante aumento. Fonte: pewresearch.org.
  2. Gli italiani spendono quasi 2 ore al giorno su Instagram. Fonte: globalwebindex.com.
  3. L’italia ha 19 milioni di utenti attivi al mese, 51% donne e 49% uomini. Fonte: blog.axura.com.
  4. Nella top 50 dei posti più pertinenti, detti anche:”instagrammabili”, l’Italia è al 12° posto. Potremmo considerarlo un dato superfluo ma al giorno d’oggi i giovani vanno in vacanza nei posti più instagrammabili. Inoltre l’Italia è da sempre apprezzata per la buona cucina. Fonte: blog.axura.com.
  5. Il 65% degli italiani ama fruire su Instagram in modo passivo: legge i post, vede stories e video e si informa. Il 35%, invece, lo usa in modo attivo: crea contenuti quali immagini, stories e video. Fonte: bookingblog.com.

Ti potrebbe interessare: intervista a Giuseppe Guzzo

Elenco case study

NOTA: seppur i brand elencati hanno migliorato, tramite il marketing, il loro impatto su Instagram di alcuni non ne condividiamo l’omogeneità del feed fotografico che dovrebbe avere dei colori e uno stile sempre ben riconoscibile. Per un elenco dei migliori profili Instagram che rispettino tale requisito ecco un articolo dedicato.

Comodo (@comodonyc)

Il ristorante Comodo di New York incita gli utenti a postare una foto su Instagram con l’hashtag #comodomenu ad ogni piatto ordinato. Si può chiaramente pensare come in cambio sia concesso un regalino: un dolcetto, un aperitivo ecc… ma in poco tempo si è creata una nicchia di utenti in costante interazione con questo hashtag.

Come ha migliorato il locale:

  • Gli utenti usano un hashtag proprietario che nel corso del tempo diventa virale, ciò significa possibilità di essere trovati nella tab esplora, attrarre utenti in target e generare interazioni con il profilo e hashtag (magari si può pensare anche di taggare il ristorante con una menzione).
  • Gli utenti potrebbero scrivere una piccola recensione o comunque parlare di un piatto che hanno mangiato. Questo si rileva molto efficace perchè, nel caso di clienti reali, valgono come recensione, riprova sociale e si ha di fronte un valore simile a TripAdvisor.

Piercafe (@piercafe)

Il locale Piercafe di San Diego sfrutta hashtag locali basati su eventi, sagre tradizionali, località e pietanze del posto posizionando il proprio profilo su questi hashtag. In questo modo tutti gli utenti che cercano o seguono gli hashtag della zona avranno maggiori probabilità di visualizzare contenuti del locale Piercafe.

Come ha migliorato il locale:

  • Posizionamento intelligente e “gratuito” su hashtag locali di facile rilevamento e raggiungibili da target vicino all’attività.
  • Creazione di relazione tra utenti e persone del territorio.

Mister Tea (@mistertea.cafe)

Parlando di idee innovative sicuramente non possiamo non citare Mister Tea di Milano, si propone con un Coffe & Tea bar particolare: puoi personalizzare le pietanze che ordini. Sia il sito web che il profilo Instagram sono pieni di esempi di come l’azienda abbia usato la creatività per colpire gli utenti.

Fondamentalmente è possibile arrivare dentro al locale e ordinare un drink, ad esempio a base di latte o tè, personalizzandolo con una grafica a piacere. Ciliegina della torta è la collaborazione con Deliveroo, praticamente è possibile scegliere tantissimi drink da ordinare comodamente in casa propria.

Come ha migliorato il locale:

  • Il brand ha creato un USP (Unique Selling Proposition) cioè possiede un servizio/prodotto che non ha nessuno in zona ed è l’unico che può venderlo. Inoltre con la grande presenza sul web (sito + social) e l’aggregazione a servizi come Deliveroo riescono ad avere una forte brand awareness.
  • L’unicità crea valore, sono i clienti stessi che fanno crescere il brand con le numerose foto scattate ai prodotti e all’interno del locale: sana pubblicità gratuita e riutilizzabile dal brand per riprova sociale e stories.

Ti potrebbe interessare: i trend di Instagram che segneranno il 2019

Steak ‘n Shake (@steaknshake)

Le automazioni nel mondo del marketing si sono sempre più evolute nel tempo, in particolare nell’ambito dell’e-mail marketing, da molti sottovalutato ma con potenziale pazzesco. Il locale Steak ‘n Shake, famoso franchising americano di steakburger e milkshake, utilizza le Instagram stories e il link sul proprio profilo per far registrare gli utenti in una speciale landing page (pagina web o pagina di atteraggio che permette l’acquisizione di un contatto o l’acquisto di un prodotto) che gli permetterà di accedere ad offerte dedicate.

Proprio sulla landing page vorremmo soffermarci un attimo, il semplice form da compilare non mostra tutte le potenzialità dell’e-mail marketing, penseremo di inserire una mail e di ricevere ogni tanto un promemoria sulle offerte, in realtà non è proprio cosi. Tramite dei tool (strumenti) di analisi possiamo vedere chi legge le mail, quante interazioni ci sono, chi si disiscrive dalla newsletter, chi vuole ottenere maggiori informazioni su un’offerta ed inoltre è possibile utilizzare la mail del cliente ottenuto per re-marketing ovvero mostrare loro degli annunci personalizzati su Facebook o Instagram. Ne parliamo anche qui, paragrafo esempio funnel di vendita.

La landing-page di registrazione alle offerte della Steak ‘n Shake.

GianPà Pizzeria Napoletana (@gianpapizzeria)

La grandezza di un brand non si misura solo dai numeri di fatturato che riesce a generare ma, è altrettanto importante, lo stile comunicativo. L’immagine coordinata (logo, menu, brochure, abbigliamento professionale) dovrebbe sempre essere in linea con i colori, il tema e i valori del brand.

Tuttavia dato che non bisogna sempre prendersi sul serio è il caso di parlare di:“trend marketing” ossia sfruttare tutti gli eventi virali dell’ultimo momento per generare engagement per la nostra attività. Un esempio? Guardate cosa si sono inventati presso il GianPà Pizzeria Napoletana, hanno preso la famosa banana di Cattelan e ne hanno realizzato un meme (immagine ironica/satirica), qui il link. Davvero intelligente!

Come ha migliorato il locale:

  • Uscire fuori dagli schemi restando omologati alla propria identità non è mai semplice, il trend marketing è un approccio momentaneo dove si cavalca l’onda di un trend virale per attirare nuovi clienti.

Pizzeria Bruno (@pizzeriabruno)

Generare engagement (interazioni) su Instagram può essere un’incognita per un imprenditore nel mondo food che vuole approcciarsi sui social. Interessante l’idea che ha avuto la Pizzeria Bruno, dove come in un quiz televisivo i followers devono indovinare il piatto del giorno. Sapete cosa significa? Generare engagement! Qui il link al post.

Come ha migliorato il locale:

  • Avete presente quei momenti morti dove non si è mai decisi su cosa pubblicare nel feed Instagram del proprio locale? Post come questi piccoli quiz animano e diversificano il profilo del proprio brand senza apparire come post vuoti e privi di valore.

Ti potrebbe interessare: idee per rilanciare un ristorante

Case study by Instagram

Non tutti sono a conoscenza di un’area dedicata sul sito ufficiale Instagram alle case study. In questa particolare sezione è possibile ricercare tramite dei filtri varie categorie di brand e attività che hanno fatto successo grazie ad Instagram, è davvero possibile trovare tanti brand di qualsiasi categoria: moda, prodotti di lusso, food, viaggi e molti altri che hanno trovato in Instagram il compagno ideale per lanciare il proprio marchio verso il successo. Qui il link al sito.

Esempi interessanti da seguire

  • @chobani: è un brand statunitense produttore di yogurt greco, il profilo ha incrementato il suo successo grazie a delle immagini di prodotto mixate in un ambiente illustrato tendente al pastello. Super interessanti anche le stories in evidenza, molto ben fatte e ricche di animazioni.
  • @santamargheritawines: avete un calo di creatività? Anche se il profilo non ha foto omogenee e coordinata tra loro, date un’occhiata al gruppo vinicolo veneto Santa Margherita Wines, alcune idee fotografiche sono molto azzeccate e possono darvi spunto per i vostri scatti.
  • @lionellosalvatore: se avete una pizzeria e volete usare IGTV per coinvolgere il vostro pubblico non potete non passare da questo splendido video.

“Non ci sono misteri… C’è soltanto l’insufficienza di dati o della mente.”

Cit. Paul Valéry

Ti potrebbe interessare: aumentare i followers su Instagram in modo organico

Tool e strumenti

Dai casi visti in precedenza abbiamo notato come, inconsapevolmente, abbiamo applicato dei principi di sperimentazione, in gergo detto anche growth marketing. Di cosa si tratta? Semplicemente è un modo alternativo di approcciare al lavoro: Dal punto A devo arrivare al punto C, per farlo occorre seguire una lunga strada in curva. Siamo sicuri che sia l’unico modo per raggiungere la destinazione?.

Per esempio il brand Steak ‘n Shake poteva benissimo mettere il link del proprio sito web in bio (come fanno tutti) e invece ha inserito una landing-page che si traduce in un “magnet” (magnete) di acquisizione contatti, sperimentando un modo diverso di acquisire clienti attraverso il mail marketing.

Insomma il growth marketing è un metodo dove bisogna porsi domande su come affrontare, in questo caso promuovere, un business in modo differente, sperimentando se vogliamo osare e stilando alla fine di un periodo un report dei dati ottenuti, altrimenti, resta soltanto un confuso modo di ragionare ed eseguire azioni a casaccio.

Tool e strumenti per il growth marketing:

Mail marketing e automazione

Tra i case study proposti abbiamo parlato del brand Steak ‘n Shake e della sua forte propensione alle offerte verso il cliente tramite la registrazione al proprio portale. In molti pensano ancora che la newsletter o il mail marketing sia finito o non abbia mai funzionato in realtà non è cosi, sopratutto in ambito di mail automatizzate.

Immagine dal sito rswebsols.com

I dati riportati dal sito rswebsols.com parlano chiaro, basta guardare il tasso di implementazione di software per il mail marketing e la percentuale di conversione dei clienti, davvero niente male.

Ma cosa si intende davvero per mail marketing? Sono le solite newsletter? Assolutamente no. Per un ristorante, pizzeria o fast-food è sicuramente importante lanciare delle offerte settimanali, mensili o stagionali ma al giorno d’oggi con una mail si può fare molto di più.

Cosa possiamo fare con una mail acquisita (detto anche:”lead“) oggi:

  • Re-marketing: sfruttare il nostro database e-mail ottenute e darle a Facebook per mostrare ai nostri lead (clienti e potenziali clienti ottenuti) delle offerte personalizzate, video sul nostro locale, invito alla partecipazione di degustazioni.
  • Lead nurturing: un contatto va anche “nutrito” di contenuti per mantenere alta la sua attenzione verso il nostro brand. Non ha senso bombardare l’utente di offerte e inviti a comprare i nostri prodotti e servizi, occorre donare gratuitamente dei contenuti di valori che possano essere articoli, approfondimenti sul nostro locale, video-ricette realizzate dal nostro chef, tour presso i nostri partner e interviste al nostro staff.
  • Eventi a numero chiuso: vuoi fidelizzare un cliente al massimo? Offri degli eventi a numero chiuso ai soli iscritti alla tua newsletter, in questo modo li farai sentire parte di un club esclusivo e aumenterai il valore del tuo brand stesso.
  • Funnel di vendita + mail automatizzate: accompagna il cliente all’acquisto di un tuo prodotto/servizio tramite un meccanismo di inbound marketing. Si tratta di attirare il cliente tramite un primo punto di contatto, può essere ad esempio l’iscrizione alla newsletter per le offerte esclusive, successivamente una volta ottenuta la mail si crea un percorso di e-mail automatiche ogni tot giorni per continuare ad avere vivo l’interesse del cliente e finire con un’offerta d’acquisto finale.

Tool più famosi per il mail marketing:

Tool più famosi per le landing-page:

Instagram marketing

Attirare clienti e fan per un ristorante, pizzeria o fast-food diventa essenziale per incrementare il fatturato della propria attività. Parlando di metodi di crescita e diffusione del proprio brand sui social, Instagram è sicuramente un ottimo canale dove potersi misurare.

Fondamentalmente possiamo aumentare l’engagement (interazioni) con il nostro profilo semplicemente usando il metodo, da noi ironicamente rinominato, detto a :”staffetta”. Questo approccio è davvero semplice e permette di collegare diversi contenuti tra loro in poco tempo.

Come aumentare l’engagement su Instagram:

  1. Crea un’offerta finale per una tua pietanza su una landing-page o sul tuo sito web. Ricordati di inserire tutto ciò che serve ovvero di quale pietenza si tratta, gli ingredienti, perchè il cliente dovrebbe mangiarla, le recensioni dei clienti e un pulsante ben in evidenza per comprare l’offerta/promozione/prodotto. Se sei interessato a crearti da solo la landing page segui i consigli presenti in questo articolo.
  2. Crea un articolo di approfondimento sul tuo blog o eventualmente sulla pagina Facebook dove metterai un link per accedere alla promozione sulla landing page.
  3. Crea un video dedicato sugli ingredienti della pietanza su YouTube o IGTV. Nel caso di YouTube avrai la possibilità di inserire un link in descrizione, inserisci il link all’articolo di approfondimento sul tuo blog o pagina Facebook.
  4. Crea delle stories dove anticipi la novità in arrivo e rimandali a vedere il video dedicato agli ingredienti su YouTube o IGTV.
  5. Crea un post Instagram dove inciti gli utenti a guardare la nuova storia del tuo brand per scoprire l’ultima novità.

Il nostro lavoro di marketing è di capire cosa vuole comprare il cliente e aiutarlo a farlo.

Cit. Bryan Eisenberg

Conclusioni

I case study ci aiutano a capire come altre aziende promuovono i loro business sul web e i social (Instagram in primis), raccogliere lead (contatti) diventa quasi fondamentale per creare un primo punto di contatto tra il nostro brand e i potenziali clienti. Questa strategia viene anche chiamata lead generation, voi la state già sperimentando nel vostro locale? Fateci sapere nei commenti!


Ti piacerebbe aumentare gli incassi del tuo locale? Desideri avere più clienti per la tua attività?

Anthony e il suo team di esperti è pronto ad aiutarti con una consulenza gratuita!

Cosa aspetti? Scrivici in chat di cosa hai bisogno.

Contattaci subito: clicca qui

In alternativa scrivi a:
info@mrktgram.it