Case study: Corbezzoli, marketing automatizzato

0
154

Si parla spesso di influencer marketing o di come la tecnologia, le app e le nostre fonti di informazione influenzino la nostra vita, le nostre scelte ma sopratutto… in quale ristorante, pizzeria o fast food andremo a mangiare. Ma non c’è influenza migliore che la tipologia di pubblicità più antica del mondo: il passaparola, solo che in questo caso si tratta del passaparola 2.0, ovvero, le recensioni.

Scopriamo come il ristorante Corbezzoli abbia in poco tempo scalato la vetta grazie al tanto amato/odiato Tripadvisor.


Cerchi un gruppo Facebook per imparare di più sul food marketing? Scegli mrktgram!
Cosa bisogna fare per iscriversi? È tutto molto semplice: clicca qui.

All'interno del nostro gruppo chiamato Food Connected scoprirai contenuti per il food marketing B2B/B2C, guide, strategie e consigli di marketing per ristoranti, pizzerie e fast food. Inoltre avrai accesso ai migliori profili Instagram da cui prendere spunto e la possibilità di interagire con la community per scambiare idee ed opinioni. Non è tutto! Gli iscritti al gruppo troveranno articoli e contenuti di mrktgram in anteprima! Cosa aspetti? Iscriviti subito! Clicca qui!

Storia

Partiamo dall’inizio, non abbiamo trovato riferimenti alla storia o alla data d’apertura di Corbezzoli, tuttavia, per il focus che avremo oggi non sarà molto importante in quanto ci concentreremo di più su un discorso di influencer marketing e sistemi di growth marketing.

Il ristorante Corbezzoli è un elegante punto di ristoro con una forte attenzione alla cucina italiana e di pesce. L’azienda non è esente da importanti riconoscimenti conseguiti nel tempo, figurano diversi awards a livello locale, regionale, nazionale e internazionale come il:”Gran ragù 2019″ o ancora il:”Gran premio internazionale della ristorazione 2019″. Precisiamo che alcuni risultati potrebbero essere ereditati anche dall’attività partner del ristorante ovvero il Relais Bellaria Hotel da cui è partito un percorso di growth marketing tramite una piattaforma automatizzata per la raccolta di feedback e recensioni: avete letto bene, abbiamo scritto automatizzata, come accade tutto ciò?

Semplice, i proprietari hanno fatto leva su un bisogno “fondamentale” dell’essere umano al giorno d’oggi, cioè, connettersi ad internet. Inserendo all’interno del ristorante una rete Wi-Fi gratuita previa registrazione al portale è stato possibile raccogliere in poco tempo, data la buona base di clientela, tantissime mail che per un marketer vuol dire comunicare facilmente con il cliente e fare re-marketing, ma in questo caso è stato sfruttato anche un sistema di reminder.

La strategia

Cos’è un reminder? Si tratta di un termine abbastanza diffuso nel mondo del marketing, deriva dall’inglese e significa promemoria. Il software, cui proprietari fanno parte dell’azienda Qualitando, archivia le mail raccolte dalla registrazione alla rete Wi-Fi e le rende disponibili per l’invio di newsletter altamente qualitative con template già pronti. La strategia sta nell’inviare al cliente, tramite una serie di passaggi intermedi, dei sondaggi sui gusti e preferenze in cucina e successivamente un reminder (promemoria) per lasciare una recensione su Tripadvisor.

In questo caso, noi di mrktgram, consigliamo di utilizzare i deep link (miglior tool: URL genius) ovvero dei link speciali che permettono di aprire la pagina Tripadvisor (o di qualsiasi altra piattaforma come Facebook e Instagram) direttamente nell’app e non nel browser. Dove sta il vantaggio? Al 99,99% nel browser non avrete eseguito l’accesso al vostro account, in questo caso Tripadvisor, ma lo avete fatto dall’applicazione! Non dovrete switchare (cambiare) app ma grazie al deep link si aprirà direttamente la pagina Tripadvisor all’interno dell’app originale, permettendo al cliente di lasciare facilmente una recensione. Fantastico no?

“Inizia a testare e smettila di discutere”.

Cit. Jon Correll

Analisi delle piattaforme

Il successo di un’azienda non è dato solo da un fattore, che in questo caso può essere il software di raccolta mail spinto dal brand, ma è sempre un gioco di molteplici fattori, mindset (mentalità, modo di pensare), logistica e ovviamente marketing + comunicazione. Vediamo come il ristorante Corbezzoli si interfaccia con i propri followers e potenziali clienti.

Ti potrebbe interessare: Case study: Miscusi, il pasta restaurant all’italiana.

Sito web

Se nello scorso case study avevamo parlato di scarsa interattività del sito web Miscusi, oggi parlando del ristorante Corbezzoli possiamo affermare nettamente il contrario. Il sito web si presenta in modo eccellente con un video in background e una call to action messa ben in evidenza:”prenota”. Cliccando veniamo portati nel cosidetto:”footer” ovvero la parte bassa del sito web dove troviamo un’interfaccia per prenotare il nostro tavolo inserendo data, orario, numero di persone ed altri recapiti. Questo genere di strumento è veramente semplice da utilizzare, si evita al cliente di scaricare qualche app dedicata e si svolge tutto su browser.

Successivamente troviamo una sezione dedicata alle recensioni su Tripadvisor, è un fattore importante poichè la condivisione delle recensioni genera la cosidetta social proof. Di cosa si tratta? AL giorno d’oggi purtroppo o per fortuna si da molta importanza a quanto piacciamo alle persone. Una nostra foto genera tanti mi piace? Le persone parlano bene di noi? Ecco che la nostra autostima sale a mille e la gente ci identifica come una persona cool. La stessa pratica avviene con i brand, nello specifico nei ristoranti le recensioni sono propaganda 2.0, il collante che stabilisce se siamo tra i migliori o i peggiori della zona.

Piaccia o no le recensioni hanno spesso un peso specifico nelle scelte dei clienti, bisogna quindi adeguarsi e scegliere la strada intrapresa dal ristorante Corbezzoli integrando un sistema di acquisizione automatica delle recensioni. Non tutti i clienti una volta consumato un pasto lasciano un feedback online. Sono le emozioni forti, negative o positive, a dare un input a parlare di qualcosa, ricordiamo che la mente umana è pigra e risparmia le energie solo per i processi di vitale importanza.

“Non venderai mai nulla se non sai raccontare nulla”.

Cit. Beth Comstock

Tornando al sito, altra menzione importante va alla sezione menù del sito, sono inclusi tutti i menù del locale in formato pdf, con i prezzi e per tutte le categorie: primi, secondi, dolci, vini ecc… . Nota dolente invece è il blog, davvero poco aggiornato e scarno, un vero peccato date le potenzialità del brand. Sarebbe bastata una rubrica settimanale dedicata magari agli eventi del locale o ai servizi che offre quali ad esempio il wedding cathering. La scrittura di articoli per un blog aiuta a fidelizzare la clientela già acquisita, incita a creare un legame più stretto con i potenziali clienti e soddisfa le basi della comunicazione e trasparenza del brand.

L’homepage del sito web Corbezzoli, design e interattività le parole d’ordine. Il portale è anche ricco di foto originali, link a sezioni utili e sistema di prenotazione tavolo.

Analisi Facebook

Una volta terminata la nostra analisi del sito web ci siamo concentrati sui canali social del brand cominciando da Facebook. La pagina è costantemente aggiornata con video, eventi, offerte e iniziative. Più che discreta la partecipazione della community, complici anche le varie condivisioni che produce ogni post. Sappiate infatti che un’ottima strategia per migliorare la reach dei vostri post senza pagare ed utilizzare le ads (inserzioni a pagamento) è far condividere al vostro staff, dipendenti, amici e familiari i post della vostra pagina Facebook. In questo modo lo stesso post sarà visto da un numero più elevato di persone e tutte pienamente localizzate vicino al vostro locale.

La pagina Facebook di Corbezzoli. Molto originale l’immagine di copertina che sponsorizza l’evento o l’iniziativa del momento.

Attenzione però! Non si tratterà di un pubblico in target! (cioè il vostro cliente tipo) La reach infatti è la copertura “lorda” (chiamiamola così), non è assolutamente detto che gli amici dei vostri dipendenti ad esempio siano persone interessate al vostro locale, questo trucchetto ha un mero scopo di diffusione del brand e non di ricerca di lead (potenziale cliente) in target o tecniche di vendita per far convertire un lead. Tuttavia chi non vi dice che tra i contatti dei vostri conoscenti ci sia qualcuno incuriosito dal vostro brand? Provate a far condividere i vostri post non costa nulla!

Interessanti i post su Facebook che differiscono da quelli di Instagram. I primi sono più generici, incentrati sugli eventi, iniziative e premi ottenuti dal ristorante. I secondi dedicano l’attenzione alle foto delle pietanze con scatti suggestivi e delicati. Se vi interessa questo post qui trovate il link originale.

Tra gli altri contenuti utili abbiamo apprezzato sicuramente le citazioni da parte di riviste e giornali di settore come questo pubblicato da:”Italia Squisita” (qui il link al post), postare riferimenti o citazioni sul nostro brand da parte di media di settore aumenterà la vostra social proof esattamente come le recensioni di Tripadvisor o i commenti e feedback sui social.

Buoni anche i post in merito alle varie certificazioni, riconoscimenti e premi conseguiti che mettono ben in mostra le capacità e qualità del brand (qui il post del Touring Club Italiano).

Ti potrebbe interessare: aumentare i followers su Instagram in modo organico.

Instagram e IGTV

Facebook e Instagram differiscono per stile e modalità comunicative. Mentre Facebook è più una piattaforma formale (stiamo parlando del social network per eccellenza) con la possibilità di sfruttare post dal layout differente in termini di dimensioni, tipologia (eventi in primis) o condividere nativamente un contenuto su un’altra bacheca, pagina o gruppo, Instagram è più orientato sull’esaltazione della bellezza, dalla foto con un’inquadratura scenica e dall’uso dei filtri.

Recentemente con il team di mrktgram siamo andati alla ricerca di un brand che avesse realmente intuito la differenza tra i due social network, una pratica non proprio corretta è quella di condividere gli stessi contenuti di un social, per esempio Facebook, su un altro, per esempio Instagram. Abbiamo paragonato questa consuetudine come se stessimo andando ad un matrimonio di un nostro parente allo stesso modo in cui andremmo al compleanno sulla casa in campagna di un nostro amico stretto.

Insomma non proprio il massimo come stile! Sarebbe troppo formale presentarsi da un amico in giacca e cravatta per festeggiare il suo compleanno in campagna. Lo stesso ragionamento si applica ai social network: piattaforme diverse meritano contenuti diversi. Il ristorante Corbezzoli fortunatamente propone una tipologia di contenuti corretti.

Profilo Instagram del ristorante Corbezzoli.

Parlando del profio Instagram @ristorantecorbezzoli sostanzialmente la prima e la terza foto di ogni riga corrisponde ad una pietanza del locale mentre al centro abbiamo una frase ispirazionale, interotta, nella riga successiva da una grafica.

Questa struttura è gia un’alternativa al duplicate content (contenuto duplicato) ovvero ciò di cui parlavamo prima riguardo alla pubblicazione degli stessi post su social diversi ma, come team di mrktgam, avremmo preferito uno stile più orientato alle foto senza troppe grafiche ma poco male sempre meglio di avere dei social doppioni!

Per quanto riguarda le stories in evidenza come voto diamo un 6, più che altro sono poco creative e limitate a qualche screenshot, foto adattate o UGC (foto/video dove i clienti taggano il ristorante), su questo fronte si sarebbe potuto fare di più anche perchè come abbiamo visto dal sito web il team di marketing ha avuto un buon occhio estetico e avrebbero fatto sicuramente meglio in questo frangente. Ecco qualche esempio di storia in evidenza effiace:

Inesistente IGTV, una grave mancanza considerando la sua grande espansione nell’ultimo periodo. IGTV è perfetto per raccontare il nostro locale con video verticali realizzati ad hoc piuttosto che interviste ai dipendenti o ancora preparazione di ricette e organizzazione eventi. Ma non solo, vanno bene anche dei video collage di foto (verticali!), riprese con drone e time lapse delle vostre serate. La cosa importante, ancora una volta è il formato verticale con risoluzione 1080px X 1920px, anche se IGTV supporta anche il formato orizzontale (come su YouTube) ma nativamente nasce in verticale esattamente come le Instagram stories.

“Dedicati a una nicchia: smetti di voler essere tutto per tutti”.

Cit. Andrew Davis

Alcuni brand stanno veramente facendo la differenza sfruttando IGTV, ecco qualche bel video di esempio:

Inoltre IGTV permette di inserire un link esterno senza bisogno di avere tanti followers, potete farlo anche con 0 followers! Una strategia fantastica sarebbe sfruttare quel link esterno per rimandare ad un articolo del blog, un post su un altro social o un altro video su YouTube.

OFFERTA

L’orientamento degli spazi e una corretta segnaletica all’interno del vostro locale vi porterà non solo vantaggi di tipo pubblicitario ma anche a livello di utilità. Esponete i vostri menù, le vostre promozioni, gli eventi o le iniziative del vostro brand con questi comodi espositori da terra, da esterno e da banco. Non avete idea di come realizzare le grafiche? L’offerta contiene anche un servizio grafico!

In alto a sinistra l’espositore da terra, in basso a sinistra l’espositore da esterno e sulla destra l’espositore da banco.

Visualizza l’annuncio.

In questo pacchetto sono disponibili:

  • 1 Espositore da terra in formato A3.
  • 1 Espositore da esterno in formato A1 a doppia faccia (davanti e dietro).
  • 1 Espositore da banco in formato A4.
  • Servizio grafico per realizzare i tuoi menù, offerte e locandine per tutti i formati degli espositori.

Il motivo per cui dovresti comprare questo pacchetto:

  • Aggiungi un tocco di classe e professionalità con questi magnifici espositori, orienta il cliente negli spazi e aiutalo a scegliere le pietanze da te consigliate.
  • Espositori dal materiale solido, robusto e resistente.
  • I fogli con le grafiche da inserire sono facilmente estraibili e intercambiabili.

ACCEDI ALL’OFFERTA

Analisi YouTube

Abbiamo visto la strategia di acquisizione contatti e recensioni, ci siamo lanciati nell’esplorazione del sito web e profili social, adesso vediamo il canale YouTube del ristorante Corbezzoli. Sarà all’altezza? Ci saranno contenuti validi? Vediamolo subito, raggiungiamo da qui il canale e scopriamolo insieme:

Il canale YouTube di Corbezzoli.

Ci teniamo subito a dire che ci sono diversi video davvero ben fatti, tra cui figurano:

  • Video 1 (trailer del locale).
  • Video 2 (evento fisso del giovedì).
  • Video 3 (le novità del menù autunnale).
  • Video 4 (evento outdoor, ovvero fuori città).

Tuttavia si avverte un senso di discontinuità, in totale nel canale ci sono 30 video di cui l’ultimo risale a ben 5 mesi fa e tra un video l’altro c’è in media un abisso di 5-6 mesi. Un vero peccato perchè la qualità non manca, inoltre, non c’è neanche un’organizzazione in playlist, ad esempio si potrebbero creare delle raccolte con tutte le novità del menù, dei servizi offerti, delle iniziative del brand, degli eventi o ancora della location.

Ti potrebbe interessare: stop! Instagram blocca i profili fake.

Le possibilità sono davvero tante e YouTube consente anche di inserire tanti link in descrizione permettendo così di stabilire dei punti di contatto con altre piattaforme: Facebook, Instagram, IGTV, il vostro blog o ancora landing-page (pagine di atterraggio utili per raccogliere contatti o vendere prodotti e servizi) e siti di contatto.

Conclusioni

Il ristorante Corbezzoli ci narra la grande sfida del futuro: l’automazione. Non sapete davvero quanto sia importante creare dei processi o delle task logistiche e poi automatizzarle, velocizzarle e delegarle al meglio in modo da aumentare la nostra produttività, “lavorare meno”, perdere meno tempo e aumentare gli incassi.

Acquisire social proof e feedback da parte dei vostri clienti è fondamentale per aumentare la consapevolezza del vostro brand, non solo, tramite degli appositi display detti:”Digital Signage” potete far scorrere in video le recensioni che vi lasciano i vostri clienti comodamente su monitor piazzati in punti strategici del vostro locale. Se queste idea ha fatto breccia su di voi potete contattarci nella chat in basso a destra o direttamente nella sezione contatti.

Voi avete implementato qualche servizio di automazione all’interno del vostro locale? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

ps: vuoi entrare nella miglior community di esperti sul food marketing? Iscriviti nel gruppo Facebook di mrktgram: Food Connected, puoi farlo semplicemente cliccando qui.

Ti aspettano contenuti per il food marketing B2B, guide, strategie e consigli per promuovere ristoranti, pizzerie e fast food! 😉

mrktgram sui social:

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook per trovare approfondimenti e focus esclusivi, clicca qui.

Seguici sul nostro profilo Instagram, ogni giorno consigli e suggerimenti per promuovere ristoranti, pizzerie e fast-food, clicca qui.


mrktgram il tuo social media manager

Grazie all’abbonamento a mrktgram un professionista del marketing prenderà visione della tua attività e ti seguirà passo dopo passo verso il successo. Nell’abbonamento è incluso:

  • Un social media manager a tua disposizione che ti aiuterà nella creazione del piano editoriale, realizzazione di post, stories e advertising a pagamento con relativi funnel di vendita per attirare nuovi clienti ed aumentare gli incassi della tua attività.
  • Abstract mensili, ovverto articoli tratti da veri libri sul food marketing. Una vera e propria libreria dedicata.
  • Approfondimenti, focus e tutorial sul food marketing esclusivi.

Acquista subito il tuo abbonamento